05 Febbraio 2023 - 02:20

Manovra: dalla proroga alle scommesse maggiori introiti per 35,5 mln

L‘emendamento del Governo presentato ieri alla Manovra finanziaria prevede la proroga delle concessioni per la raccolta del gioco del Bingo in scadenza il 31 marzo 2023, delle concessioni di realizzazione

19 Dicembre 2022

Print Friendly, PDF & Email

L‘emendamento del Governo presentato ieri alla Manovra finanziaria prevede la proroga delle concessioni per la raccolta del gioco del Bingo in scadenza il 31 marzo 2023, delle concessioni di realizzazione e conduzione delle reti di gestione telematica del gioco mediante apparecchi da divertimento e intrattenimento di cui all’art. 110, comma 6, del Tulps in scadenza il 29 giugno 2023 e delle concessioni per la raccolta delle scommesse su eventi sportivi, anche ippici, e non sportivi, compresi gli eventi virtuali in scadenza il 30 giugno 2024.

 

Per quanto concerne la raccolta delle scommesse su eventi sportivi, anche ippici, e non sportivi, compresi gli eventi virtuali, la norma ha ad oggetto la proroga, sino al 31 dicembre 2024 delle concessioni per la raccolta delle scommesse in scadenza al 30 giugno 2024. La norma prevede altresì che i concessionari sostengano oneri calcolati alle medesime condizioni previste dalle convenzioni accessive alle predette concessioni e dalla normativa vigente e siano versati da ciascun concessionario, maggiorato del 15% entro il 15 luglio dell’ano 2024.

La norma stabilisce che gli oneri per la proroga delle concessioni siano annualmente pari a euro 7.500 per ogni diritto afferente ai punti vendita aventi come attività principale la commercializzazione dei prodotti di gioco pubblico, compresi i punti di gioco regolarizzati, e ad euro 4.500 per ogni diritto afferente ai punti vendita aventi come attività accessoria la commercializzazione dei prodotti di gioco pubblico.

In particolare, in base alla previgente previsione normativa che stabilisce la scadenza delle concessioni al 30 giugno 2024 viene stimato un introito derivante dalla proroga in funzione delle scadenze temporali dei versamenti, per il 2022 di euro 30.952.500, per il 2023 di euro 61.905.000 e per il 2024 di euro 30.952.500.

Con la previsione di una scadenza delle concessioni prorogata al 31 dicembre 2024 si prevede un introito ulteriore per l’intero 2024 di euro35.595.375 (euro 30.952.500 maggiorato del 15%).

PressGiochi