22 novembre 2017
ore 13:39
Home Associazioni Venezia. I sindacati: “Non è possibile far giocare i clienti con i soldi del Casinò”

Venezia. I sindacati: “Non è possibile far giocare i clienti con i soldi del Casinò”

SHARE
Venezia. I sindacati: “Non è possibile far giocare i clienti con i soldi del Casinò”

Continua la polemica al Casinò di Venezia tra sindacati e amministrazione, questa volta la causa del contendere sono gli incentivi gratuiti dati ai giocatori durante le feste estive.

“Ai clienti cinesi la Casinò spa distribuisce centinaia di euro a testa per farli giocare” denuncia il sindacato. Abbiamo chiesto chiarimenti su questo e anche sulle percentuali che vanno ai porteur- dice Giampietro Antonini di Sgb. Aperto anche il fronte sull’ospitalità data ai clienti e sui “crediti inesigibili. Dal 2010 non abbiamo più i dati aggiornati”, dice Antonini-se confronto ci deve essere dobbiamo farlo a 360 gradi. Ma adesso la polemica è su quei gettoni distribuiti ai clienti, in gran parte cinesi delle slot machine. “Incentivi al gioco che producono buoni risultati», ribattono dalla proprietà-almeno così riusciamo a tenere». Ma per i sindacati sono risorse sprecate, nel momento in cui si chiedono sacrifici ai lavoratori.
Nel giorni di Ferragosto, nonostante lo sciopero, ci sono stati 3.427 ingressi e 114 mila euro di incassi. Il 15 agosto 2016 gli ingressi erano stati poco più di 3 mila, 119 mila euro gli incassi di Ca’ Noghera e 8 mila a Venezia.

Anche su queste cifre i sindacati chiedono chiarezza. “Non è possibile far giocare i clienti con i soldi del Casinò-  dicono- se alla fine i risultati sono l’aumento degli ingressi e non degli incassi. Su questo vogliamo un confronto”.

Casinò di Venezia. A Ferragosto buoni risultati nonostante lo sciopero

 

PressGiochi

 

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN