14 dicembre 2018
ore 12:07
Home Cronaca Stanleybet. Accolti 21 ricorsi sull’imposta unica non dovuta dalla Commissione Tributaria Provinciale di Firenze

Stanleybet. Accolti 21 ricorsi sull’imposta unica non dovuta dalla Commissione Tributaria Provinciale di Firenze

SHARE
Stanleybet. Accolti 21 ricorsi sull’imposta unica non dovuta dalla Commissione Tributaria Provinciale di Firenze

La Commissione Tributaria Provinciale di Firenze ha emesso in questi ultimi giorni 21 sentenze a favore di Stanleybet e dei titolari dei centri affiliati, difesi dall’avv. Daniela Agnello per le annualità dal 2007 al 2011.

La Commissione di Firenze ha ritenuto meritevoli di accoglimento i ricorsi dell’avv. Agnello avverso gli avvisi di accertamento in materia di imposta unica.

 

“La Commissione-spiega lo studio Agnello- ha ritenuto decisiva e di assorbente importanza” la sentenza n. 27/2018 emessa dalla Corte Costituzionale e ha confermato l’illegittimità costituzionale dell’art. 3 del D. Lgs. 504/1998 e dell’articolo 1, comma 66 della L. Stabilità 2011, affermando che “non può aver luogo la traslazione dell’imposta, giacché l’entità delle commissioni pattuite fra ricevitore e bookmaker si era cristallizzata sulla base del quadro regolatorio, anche sotto il profilo tributario”.

La Commissione ha accolto i ricorsi presentati dalla Stanleybet e dalle ricevitorie affiliate e ha annullato gli avvisi di accertamento anche per l’annualità 2011.

 

Il Collegio ha, altresì, citato la sentenza della Commissione Tributaria Regionale della Toscana secondo la quale “l’obbligazione facente capo al coobbligato Stanleybet esiste solo in quanto esiste l’obbligazione principale facente capo all’altro soggetto […] e che, venuto meno l’obbligo solidale nel versamento dell’imposta del soggetto principale, viene meno anche l’obbligo nei confronti della società estera”.

 

“Il contenzioso tributario- concludono- impegna ormai numerose sedi giudiziarie e innumerevoli risorse, con provvedimenti spesso contrastanti. Si auspica l’intervento della Corte di Giustizia UE per accertare, in via definitiva, che l’imposta applicata ai centri Stanleybet è in contrasto con il diritto eurounitario”.

 

PressGiochi

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN