25 giugno 2019
ore 02:16
Home Cronaca Operazione Talea. Le corse dell’ippodromo di Palermo sarebbero state controllate da Cosa Nostra

Operazione Talea. Le corse dell’ippodromo di Palermo sarebbero state controllate da Cosa Nostra

SHARE
Operazione Talea. Le corse dell’ippodromo di Palermo sarebbero state controllate da Cosa Nostra

L’interesse del mandamento mafioso di Resuttana sull’ippodromo di Palermo emerge nell’operazione Talea che ha portato a 25 arresti. Cosa Nostra – secondo l’accusa – gestiva tutto attraverso uno degli arrestati. Le corse all’ippodromo erano controllate da Cosa Nostra che poi investiva i soldi nelle sale scommesse.

Le corse sarebbero state pilotate così come le scommesse: tutto questo consentiva all’organizzazione mafiosa di reperire liquidità economica. Il controllo dell’ippodromo avveniva attraverso un referente che si impegnava a versare, mensilmente, una somma di denaro destinata alla cassa della famiglia mafiosa di Resuttana.

Diverse telefonate, intercettate tra il 2014 e il 2015, confermerebbero che uno degli arrestati avesse la disponibilità di conti correnti bancari dove confluivano i soldi degli affari all’ippodromo.

PressGiochi

banner

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN