25 giugno 2019
ore 02:05
Home Cronaca Napoli: nuova ordinanza sui limiti orari al gioco per chi rinuncia ai ricorsi

Napoli: nuova ordinanza sui limiti orari al gioco per chi rinuncia ai ricorsi

SHARE
Napoli: nuova ordinanza sui limiti orari al gioco per chi rinuncia ai ricorsi

Entrerà in vigore già da metà novembre la nuova ordinanza del Comune di Napoli per le sale da gioco che, in via sperimentale, sarà attiva fino al 31 dicembre 2019: gli orari di apertura non potranno essere superiori a 8 ore giornaliere complessive, ma i titolari delle sale avranno la possibilità di scegliere tra due fasce orarie e di sottoscrivere una convenzione con il Comune, a patto di rinunciare ai ricorsi già presentati all’attuale regolamento con i limiti orari e di non presentarne altri.

Gli orari di apertura delle sale “sempre in misura non superiore a otto ore giornaliere complessive” saranno “differenziati per i periodi scolastici e per quelli non scolastici” e individuati in due fasce A e B, “per le quali i titolari possono alternativamente optare”.

La fascia oraria A, nei periodi non scolastici (dal 16 giugno al 14 settembre) andrà dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 22, tutti i giorni, festivi compresi e nei periodi scolastici (dal 15 settembre al 15 giugno) dalle 10 alle 13:30 e dalle 17:30 alle 22, tutti i giorni, festivi compresi. Invece, la fascia oraria B nei periodi non scolastici andrà dalle 10 alle 13 e dalle 19 alle 24, tutti i giorni, festivi compresi e nei periodi scolastici dalle 10 alle 12 e dalle 18 alle 24, tutti i giorni, festivi compresi. Attualmente il regolamento del Comune di Napoli in materia di giochi prevede l’apertura delle sale dalle 9 alle 12 e dalle 18 alle 23, festivi compresi.

Una disciplina riservata, però, solo “alle sale da gioco i cui titolari si rendono spontaneamente e volontariamente disponibili a realizzare – previa sottoscrizione di un atto convenzionale con il Comune di Napoli – azioni specifiche per rafforzare il Programma dell’Amministrazione comunale per aumentare la consapevolezza circa i rischi connessi al gioco patologico”.

I titolari delle sale che sottoscriveranno la convenzione, inoltre, dovranno rinunciare al “contenzioso eventualmente instaurato contro l’Amministrazione comunale” relativo al regolamento con i limiti orari approvato a fine 2015 e dovranno “astenersi dall’intraprendere contenziosi, anche risarcitori, comunque connessi” a quel provvedimento. La sottoscrizione della convenzione, precisa l’ordinanza, “non incide sull’orario di funzionamento degli apparecchi» da gioco collocati negli esercizi pubblici e commerciali, già fissato dal Regolamento comunale, dalle 9 alle 12 e dalle 18 alle 20, di tutti i giorni, festivi compresi”.

 

Pressgiochi

banner

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN