13 novembre 2018
ore 06:11
Home Casinò La Repubblica Ceca invia in Ce decreto sull’accesso ai dati del gioco d’azzardo

La Repubblica Ceca invia in Ce decreto sull’accesso ai dati del gioco d’azzardo

SHARE
La Repubblica Ceca invia in Ce decreto sull’accesso ai dati del gioco d’azzardo

La Repubblica Ceca ha inviato in Commissione europea il progetto di legge attuativo del  Ministero delle Finanze relativo al metodo con cui gli operatori del gioco d’azzardo devono comunicare e inviare i dati relativi ai giochi d’azzardo.

Questo progetto di decreto attua la legge n. 186/2016 sul gioco d’azzardo, che autorizza il Ministero delle finanze a stabilire il metodo con cui gli operatori notificano e inviano informazioni e trasmettono dati alle autorità dell’amministrazione statale nell’uso di giochi d’azzardo; l’ambito dei dati da trasmettere e altri parametri tecnici di trasmissione dei dati, nonché il formato e struttura dei rapporti di gioco giornalieri e dei registri di gioco giornalieri.

 

Il Ministero delle Finanze e le autorità doganali sovrintendono al rispetto della legge sul gioco d’azzardo e ai requisiti stabiliti nella licenza di base e nella licenza di localizzazione dei giochi d’azzardo.

Al fine di garantire che tali attività di vigilanza possano essere condotte seguendo i fini dell’amministrazione fiscale e per prevenire il finanziamento del terrorismo, è necessario fornire una descrizione completa dell’ambito e dei parametri delle informazioni e dei dati che gli operatori di giochi a distanza sono tenuti a registrare e inviare al Ministero delle Finanze o alle autorità doganali.

 

L’area regolamentata dal progetto di decreto attuativo non è disciplinata dalla legislazione dell’Unione europea ed è rimessa alla legislazione nazionale.

In termini di contenuto, il progetto di decreto di attuazione è diviso in cinque parti e un allegato.

La prima parte definisce l’oggetto della legislazione e i requisiti generali per l’output automatico dei dati.

La seconda parte specifica inoltre l’obbligo degli operatori di fornire e concedere l’accesso remoto alle autorità di vigilanza sotto forma di output di dati automatizzato. La terza parte del decreto attuativo si applica sia ai rapporti di gioco giornalieri che ai registri di gioco giornalieri in quanto i due tipi di giochi d’azzardo pertinenti sono gestiti in modo simile e, allo stesso tempo, entrambi i tipi di giochi d’azzardo possono essere utilizzati solo in un casinò. La quarta parte del decreto attuativo riguarda il metodo di invio e comunicazione delle informazioni e dei dati stabiliti dalla legge sul gioco d’azzardo o sulla base della legge sul gioco d’azzardo alle autorità doganali e al ministero delle finanze. La parte finale fornisce informazioni sulla notifica del progetto di decreto attuativo e specifica la data di entrata in vigore del decreto attuativo.

L’allegato, che specifica la forma del pacchetto di dati e i requisiti per i singoli file di dati e il loro contenuto, costituisce una parte sostanziale del progetto di decreto attuativo.

Inoltre, regola la fornitura dell’output dei dati automatizzati, i requisiti per la creazione di un pacchetto di dati compressi e la crittografia e chiusura dei file, compresi i requisiti generali per i mezzi crittografici utilizzati.

Prima dell’entrata in vigore della legge sul gioco d’azzardo, il campo di applicazione, i parametri e le modalità di trasmissione delle informazioni e dei dati alle autorità amministrative competenti non erano definiti in modo uniforme.

Anche se gli operatori hanno registrato dati simili a quelli richiesti dal presente decreto attuativo, i registri non erano uniformi, il che ha causato complicazioni nel condurre la sorveglianza dell’operatività dei giochi d’azzardo.

Secondo la legislazione precedente, le modalità di registrazione e trasmissione dei dati finanziari e di gioco alle autorità competenti mancavano di uniformità e si basavano su requisiti relativamente vaghi definiti nell’autorizzazione all’operazione.

 

Dall’entrata in vigore del Gambling Act, questi requisiti fanno parte della licenza di base.

Tuttavia, secondo le disposizioni autorizzative, tale questione dovrebbe essere disciplinata da un decreto attuativo per garantire una maggiore certezza giuridica agli operatori di gioco.

Pertanto, lo scopo principale del progetto di decreto attuativo è eliminare la frammentazione dei metodi utilizzati dai singoli operatori e garantire che tutti i dati e le informazioni pertinenti siano registrati e trasmessi alle autorità amministrative competenti in modo leggibile da una macchina che garantisca una corretta supervisione in questo campo. Ciò aumenterà anche la certezza del diritto quando si gestiscono giochi d’azzardo.

 

PressGiochi

banner

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN