27 giugno 2019
ore 00:59
Home Estero Irlanda. Hartmann (EGBA): “Stato garantisca agli operatori del gioco online un mercato competitivo”

Irlanda. Hartmann (EGBA): “Stato garantisca agli operatori del gioco online un mercato competitivo”

SHARE
Irlanda. Hartmann (EGBA): “Stato garantisca agli operatori del gioco online un mercato competitivo”

L’European Gaming & Betting Association (EGBA) ha appoggiato la proposta del Ministro irlandese David Stanton di istituire un regolatore indipendente entro il 2020 per regolare il settore del gioco d’azzardo.
Stanton cerca di istituire un ente di regolamentazione indipendente come parte del nuovo quadro normatuvo sul gioco entrato in vigore a gennaio. “L’EGBA accoglie con favore la proposta di introdurre un’autorità regolatoria per il gioco d’azzardo e ringrazia il ministro Stanton e il suo team dipartimentale per il loro costante impegno nel regolare il gioco d’azzardo online in Irlanda”, ha riferito EGBA.

Sostenendo i progressi irlandesi sulla regolamentazione dei servizi di gioco d’azzardo online, la dott.ssa Katie Hartmann, direttrice degli affari legali e regolamentari, ha parlato alle parti interessate della politica irlandese la settimana scorsa in un seminario organizzato dal Dipartimento di giustizia e uguaglianza.

La dr.ssa Hartmann ha affermato che è nell’interesse di tutti gli stakeholders “avere un mercato del gioco d’azzardo online ben regolamentato, che offra certezza giuridica e protegga i giocatori irlandesi garantendo loro la possibilità di giocare in un ambiente regolamentato”.

“Per consentire allo Stato di imporre una tassa sulle entrate del gioco d’azzardo, è di fondamentale importanza garantire agli operatori online autorizzati la possibilità di offrire un prodotto competitivo. Affinché la legge abbia successo, – ha aggiunto Hartmann – si dovrebbe introdurre un sistema di licenze che sia competitivo e stabilisca un elevato livello di standard per operatori e consumatori”.

La riforma delle leggi sul gioco d’azzardo irlandesi ha subito numerose battute d’arresto su un’agenda normativa che è stata avviata per la prima volta nel 2013. All’inizio dell’anno, David Stanton ha avvertito il Parlamento che “la riforma del gioco d’azzardo doveva essere completata nel 2019”, poiché il vuoto normativo in materia aveva favorito danni al giocatore irlandese non protetto.

Cercando di migliorare le strutture irlandesi di supporto al gioco d’azzardo, lo scorso marzo i soggetti interessati alle scommesse irlandesi hanno concordato di formare un “Trust per la conoscenza del gioco d’azzardo” finanziato per un milione di euro, rafforzando le attività di consulenza, ricerca e trattamento del danno da gioco d’azzardo in Irlanda.

Sostenendo un programma di responsabilità per il gioco d’azzardo irlandese, il dott. Hartmann ha dichiarato: “Tutti gli operatori rispettabili dispongono già di strumenti di gioco responsabili, ma la regolamentazione dovrebbe renderli obbligatori per tutti gli operatori sul mercato irlandese.

“Allo stesso modo, le autorità irlandesi dovrebbero prendere in considerazione l’introduzione di un registro di auto-esclusione per coloro che hanno o sono a rischio di comportamento problematico nel gioco d’azzardo. Questi scommettitori dovrebbero essere in grado di escludersi dall’accedere ai siti di gioco d’azzardo se ne sentono la necessità.

“Attendiamo con impazienza la finalizzazione del progetto di legge e lavoreremo in modo costruttivo con l’autorità di gioco proposta per attuarlo.”

 

 

PressGiochi

banner

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN