11 dicembre 2018
ore 17:14
Home Estero Irlanda: confermata la decisione di raddoppiare le tasse sulle scommesse

Irlanda: confermata la decisione di raddoppiare le tasse sulle scommesse

SHARE
Irlanda: confermata la decisione di raddoppiare le tasse sulle scommesse

Il Governo ha confermato la decisione contenuta nella manovra finanziaria per il prossimo anno di aumentare l’imposta sulle scommesse dall’1% al 2%, a partire dal 1° gennaio 2019.

Il ministro delle Finanze dell’Irlanda, Paschal Donohoe, ha confermato ieri durante il suo discorso sul Bilancio 2019 che la tassa sulle scommesse aumenterà dall’1% al 2% l’anno prossimo. Ha detto che la priorità del governo è stata quella di uniformare l’imposizione fiscale nell’area delle scommesse.
Si prevede che i bookmaker non saranno in grado di trasferire l’aumento delle tasse sugli scommettitori, ponendo un onere supplementare per i proprietari di negozi e le società di scommesse.
“Questo risultato è stato raggiunto nel 2015 e ritengo sia opportuno aumentare la tassa dall’1% al 2% sugli importi scommessi nello Stato. Inoltre, le tasse sulle commissioni guadagnate dagli intermediari o dagli scambi aumenteranno dal 15% al ​​25%. Questi aumenti entreranno in vigore il 1° gennaio e genereranno ulteriori 40 milioni di euro nel 2019 e 52 milioni di euro in un anno intero “, ha affermato Donohoe.

Sharon Byrne, presidente dell’Irish Bookmakers Association, ha dichiarato: “Prevediamo che ci saranno 300 negozi chiusi quando la tassa entrerà in vigore con la perdita di almeno 1.500 posti di lavoro. È estremamente deludente che il governo abbia accolto questa richiesta da politici che non hanno mai collaborato con l’industria o capito l’effetto profondo che una tassa sul fatturato può avere su così tanti posti di lavoro. Come industria, continueremo a cercare un modo per affrontare questa tassa regressiva su posti di lavoro e imprese”.

 

PressGiochi

banner

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN