24 maggio 2019
ore 03:38
Home Casinò Il Casinò di Sanremo torna a crescere: il 2014 si chiude con un incasso vicino ai 46,6 milioni di euro

Il Casinò di Sanremo torna a crescere: il 2014 si chiude con un incasso vicino ai 46,6 milioni di euro

SHARE
Il Casinò di Sanremo torna  a crescere: il 2014 si chiude con un incasso vicino ai 46,6 milioni di euro

Sono lontani i tempi in cui l’utile del Casinò di Sanremo si aggirava attorno ai 40 milioni di euro, come avveniva fino a una decina d’anni fa. La crisi economica s’è fatta sentire parecchio nel settore del gioco, visto che quella cifra s’è assottigliata nel tempo riducendosi a qualche milione; tuttavia, buone notizie arrivano sul fronte delle entrate, tali da far pensare a una ripresa della storica struttura tra i simboli del Ponente ligure, che nell’ultimo anno ha perso una quarantina di dipendenti, scesi a 280.

Come si legge su ItaliaOggi.it, sono infatti decine i milioni di euro incassati nel corso del 2014 dal Casinò, tanto che l’amministrazione comunale di centrosinistra può tornare a gongolare almeno un po’. Con buona pace delle campagne mediatiche contro il gioco d’azzardo patologico e della retorica anti slot-machine tanto cara al Pd, nella città dei fiori il neo sindaco sostenuto dal centrosinistra, l’imprenditore floricolo Alberto Biancheri, ha deciso che il Casinò di Sanremo deve continuare la strada intrapresa con il piano di risanamento puntando ora al rilancio, così da assicurare quanto più ossigeno possibile alle casse del Comune.

I numeri sembrano dare ragione al primo cittadino che ha soffiato Palazzo Bellevue a Forza Italia. Come anticipato ieri dal Secolo XIX, il Casinò sanremese punta infatti a chiudere il 2014 con un incasso vicino ai 46,6 milioni di euro dell’anno scorso, al massimo inferiore appena dell’1%, se è vero che lunedì scorso l’ultimo conteggio parlava di 45,5 milioni già nei forzieri e, stando alle stime basate sulle tendenze nel corso dei 12 mesi, con gli ultimi giorni dell’anno la cifra dovrebbe salire ulteriormente. Decisivi gli introiti del gioco online, triplicati da 550mila a 1,5 milioni di euro, che fanno così balzare l’ammontare complessivo di incassi a oltre 47 milioni. Si sfrega le mani il sindaco Biancheri, che già ha aumentato dal 12 al 13% la quota di incassi che la Casinò spa (controllata quasi totalmente dall’amministrazione sanremese) deve girare al Comune, al quale garantisce così un introito di 6 milioni di euro all’anno, ridotti però a circa 1 milione netto considerando le pesanti tasse sul gioco. Non è finita, perché alla conferenza stampa pre-natalizia il primo cittadino ha pure annunciato di voler chiedere un canone di locazione alla struttura per l’utilizzo dell’immobile di proprietà comunale situato in corso Inglesi.

Con il cambio del Cda della Casinò spa previsto per la primavera, dovrebbe inoltre arrivare un manager per gestire il rilancio della struttura. E sempre il quotidiano genovese rivela che la persona indicata dovrebbe essere Eros Ganzina, ora alla guida del Casinò Portomaso di Malta, un pezzo da novanta del settore, chiamato a prendere in mano la società e a dargli un’impronta manageriale, togliendo quindi la gestione diretta al Cda al quale resterebbe la sola funzione di organo di indirizzo. Un’operazione questa, almeno nelle intenzioni del sindaco Biancheri, volta a riportare il Casinò di Sanremo a giocare quel ruolo di fucina di introiti per il Comune svolto per tanti anni in passato.

PressGiochi

banner

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN