23 aprile 2019
ore 14:45
Home Archive by Category "Newslot & Vlt" (Page 790)

Newslot & Vlt

I bar e gli esercizi che decidono di togliere tutte le macchinette per il gioco d’azzardo risparmiano sulla tariffa rifiuti: questa possibilità è in vigore da un mese, ma sinora c’è stato solo un interessamento, nessuno per ora ha deciso di approfittarne per liberarsi delle slot. La speranza, in Comune,

Prima delle dieci di mattina e dopo l’una di notte l’utilizzo delle slot machine è vietato. A stabilirlo è una “vecchia” ordinanza firmata dal sindaco Sergio Cecotti nel 2007. Ma quasi nessuno lo sa. Così, soltanto nell’ultimo mese, la polizia amministrativa ha multato dodici locali. Ogni bar con le macchinette

Su 306 attività che potenzialmente potrebbero gestire le slot, ben 79 hanno scelto di avere nel proprio business le famigerate macchinette. A Pordenone ci sono 330 macchinette di cui “solo” 68 distribuite in quattro sale giochi. Le altre sono disseminate a colpi di 2, 3, nei bar. Il Comune, che

E’ di ieri mattina la nuova notizia che rende la Pasqua ancora più amara per l’intero settore dei giochi di intrattenimento e abilità. Il Tar del Lazio si è pronunciato negativamente sulla richiesta di sospensiva avanzata in ordine all’addizionale da 500 milioni di euro prevista dalla Legge di Stabilità 2015;

“Si al pagamento ma con una ripartizione ben precisa e proporzionata”. Risponde così il presidente dell’Associazione Nazionale Sapar, Raffaele Curcio, alle dichiarazioni del Sottosegretario dell’Economia e delle Finanze Pier Paolo Baretta che, a seguito del rigetto da parte del Tar Roma-Lazio dell’istanza cautelare,  ha invitato gestori, concessionari ed esercenti a

«Slot machine a tempo? No, grazie». Gli esercenti di Sant’Angelo Lodigiano sono sul piede di guerra. L’ordinanza, firmata dal sindaco Domenico Crespi, per combattere il problema della ludopatia in città, non convince i commercianti. Dal 1 aprile, infatti, a Sant’Angelo, tutte le macchinette devono restare spente in alcune fasce orarie.

Questa mattina presso il MEF si è svolto il previsto incontro fra la Federazione Nazionale Gioco Pubblico e il sottosegretario Pier Paolo Baretta. Il dott. Filippone, presidente della Federazione, ha esposto le proprie argomentazioni sulla bozza del decreto di Delega fiscale.

In particolare, si è soffermato sull’analisi dei punti forti

L’ordinanza cautelare del T.A.R. ha negato la presenza del requisito dell’irreparabilità del danno connessa alla scadenza del 30 aprile 2015, stabilita per il versamento di 200 milioni di euro di extra gettito da parte dei concessionari. Da ciò deriva la conseguenza che i ricorsi andranno definiti nel merito all’udienza del

“Eravamo preparati ad un’eventuale diniego della sospensiva da parte del Tar, anche perché le responsabilità che gravavano sul Collegio erano enormi. Ritengo comunque positivo che nelle considerazioni del Collegio si sia tenuto conto anche della rilevanza dell’interesse di tutti gli operatori della filiera del gioco legale .

A questo punto,

Sui ricorsi proposti dai concessionari della rete degli apparecchi da gioco e dai gestori, la cui decisione del Tar Lazio era molta attesa, i giudici romani hanno deciso di respingere i ricorsi e di confermare la tassa da 500 milioni così come previsto dalla legge di Stabilità. Per il Tar

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN