26 settembre 2018
ore 17:23
Home Archive by Category "Le interviste"

Le interviste

Torino – Si sta tenendo questa mattina davanti alla sede della Regione Piemonte la manifestazione che vede riuniti per la prima volta tutti gli addetti del comparto del gioco pubblico legale nel nostro Paese, dai concessionari ai gestori fino a coloro che operano, come i tabaccai, nell’ambito della raccolta, per

Nella giornata di ieri il coordinamento che riunisce gli operatori del puro intrattenimento, riuniti nel cappello di Fee e New Asgi, ha incontrato il tavolo tecnico della Regione Emilia Romagna per presentare le proprie proposte e osservazioni in merito alla legge del 2017 che vieta il gioco delle ticket redemption

“L’Istituto di autodisciplina pubblicitaria come filosofia generale è contrario al ‘total ban’ e ai divieti assoluti per ovvie ragioni, ma nel momento in cui lo Stato vieta la pubblicità ad un settore merceologico occorre prenderne atto e adeguarsi. Occorre tuttavia distinguere il piano culturale da quello pratico-empirico.

La pubblicità nel

“È difficile, mi passi il termine, pronosticare quali effetti possa generare su un settore cosi vasto e complesso il divieto alla pubblicità e alle sponsorizzazioni introdotto dal Decreto Dignità. Certamente qualche conseguenza ci sarà ivi compresa la possibilità di veder fiorire l’industria illegale gestita dalla criminalità organizzata”.

 

Lo afferma

Gli operatori del gioco d’azzardo italiano stanno osservando con attenzione il lavoro svolto dal Parlamento in merito al Decreto Dignità che contiene importanti norme per il settore, ed in particolar modo il divieto generale alla pubblicità e alle sponsorizzazioni. Si attende la conversione in legge e le norme che verranno

Luca Cassiani, consigliere del Partito Democratico in Piemonte, ha dimostrato la propria solidarietà agli operatori del settore che ieri hanno protestato davanti Palazzo Lascaris per chiedere alcune modifiche alla legge regionale n° 9/2016. Cassiani inoltre, promette delle azioni in prima persona per intervenire sulla norma che sta provocando questa crisi

“Distanziometri e limitazioni orarie, congiuntamente alla riduzione degli apparecchi ed agli incrementi di tassazione (PREU + Canone Proroga Bingo) stanno avendo un effetto pesante sul conto economico delle nostre attività. Al peggioramento dell’andamento economico delle attività dei concessionari dello Stato non è collegata la diminuzione dei soggetti dipendenti da GAP.

“La grande preoccupazione oggi di questa industria e che dovrebbe essere la preoccupazione dello Stato è che con la cultura proibizionista, degli slogan, più o meno velocemente si riporti il settore indietro nel tempo. Per questo se in termini di pubblicità si deve intervenire, bene irrobustire la struttura messa in

“La MGA ha migliorato in modo significativo la propria strategia AML/CFT, ma i prossimi progetti che impegneranno l’authority comprendono nuovi standard tecnici, l’introduzione di una piattaforma di reporting automatizzato avanzata e una tecnologia di valuta digitale e contabilità distribuita Sandbox Environment”.

 

Lo afferma in una intervista esclusiva rilasciata dal

Si è tenuto oggi il nuovo incontro dell’Osservatorio Nazionale sul gioco d’azzardo patologico presso il Ministero della Salute.

“Abbiamo trattato due cose- ha commentato Matteo Iori, presidente del CoNaGGa e membro dell’Osservatorio stesso a PressGiochi- la prima è l’analisi dei documenti prodotti dalle regioni nella spesa dei fondi anti-Gap. I

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN