19 febbraio 2019
ore 14:35
Home Casinò Casinò di Campione. Gelmini (Fi) presenta interrogazione su nomina commissario

Casinò di Campione. Gelmini (Fi) presenta interrogazione su nomina commissario

SHARE
Casinò di Campione. Gelmini (Fi) presenta interrogazione su nomina commissario

Il termine per la nomina di un commissario straordinario al casinò di Campione d’Italia è ampiamente decorso e la crisi di Campione si sta ulteriormente aggravando, coinvolgendo cittadini, imprese e operatori economici.

Per questo, ieri l’on. Mariastella Gelmini di Forza Italia ha presentato una interrogazione al Presidente del Consiglio dei Ministri per sapere in quali tempi verrà nominato il commissario straordinario e quali iniziative verranno poste in essere per consentire la riapertura del casinò di Campione, per creare le condizioni per un rilancio del tessuto produttivo e per assicurare l’erogazione dei servizi fondamentali alla comunità campionese.

 

Gelmini ha ricordato come il decreto fiscale dello scorso dicembre abbia previsto che «nelle more della revisione della disciplina dei giochi, entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell’interno, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze e con il Ministro dello sviluppo economico e Ministro del lavoro e delle politiche sociali, è nominato un Commissario straordinario incaricato di valutare la sussistenza delle condizioni per l’individuazione di un nuovo soggetto giuridico per la gestione della casa da gioco nel comune di Campione d’Italia» e al comma 2, che «il Commissario, al fine di superare la crisi socio-occupazionale del territorio, opera anche in raccordo con gli enti locali e territoriali della Regione Lombardia nonché con operatori economici e predispone, entro quarantacinque giorni, un piano degli interventi da realizzare».

La norma ha previsto, inoltre, che ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, i redditi, diversi da quelli d’impresa, delle persone fisiche iscritte nei registri anagrafici del comune di Campione d’Italia, nonché i redditi di lavoro autonomo di professionisti e con studi nel medesimo comune, prodotti in franchi svizzeri nel territorio dello stesso comune, e/o in Svizzera, sono computati in euro, ridotto forfetariamente del 30 per cento.

 

PressGiochi

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN