27 giugno 2019
ore 00:45
Home Cronaca Caronno. L’amministrazione investe i ricavi delle multe alle sale giochi nel contrasto alla ludopatia

Caronno. L’amministrazione investe i ricavi delle multe alle sale giochi nel contrasto alla ludopatia

SHARE
Caronno. L’amministrazione investe i ricavi delle multe alle sale giochi nel contrasto alla ludopatia

E’ senza precedenti nel Saronnese la scelta  della maggioranza di centrosinistra dopo avere incassato 8mila euro dalle sanzioni per irregolarità di sale slot.

“La nostra è una scelta politica che rientra nell’ambito dei Servizi sociali – ha precisato in consiglio comunale il sindaco Marco Giudici –. Vogliamo attuare iniziative di prevenzione, che tengano alla larga dalle slot giovani e adulti”.

In pratica si spenderanno gli 8mila euro per sensibilizzare sul problema, come ha spiegato l’assessore Sebastiano Caruso: “Cominceremo inserendo nella Festa dello Sport del 15 e 16 giugno uno spettacolo teatrale dal titolo “Vite vincenti”.

Abbiamo poi avviato una collaborazione col Sert di Saronno, con cui terremo un incontro nel quale saranno comunicati i dati della ludopatia a Caronno e saranno fornite informazioni su come difendersi”. Caruso ha tenuto a puntualizzare: “Non vogliamo fare allarmismo né vietare il gioco, bensì diffondere la consapevolezza dei rischi di incorrere in vere e proprie patologie”.

Per questo saranno promossi incontri informativi anche nelle scuole, in modo da fare prevenzione tra le nuove generazioni.

Il leghista Michele Variato si è detto soddisfatto “Che si sia presa coscienza del problema, anche da noi già sollevato in passato”

“Apprezzo soprattutto l’intento di fare prevenzione a scuola, visto che è l’età in cui si cominciano a maneggiare i soldi rischiando di simpatizzare il gioco d’azzardo”.

A effettuare i controlli nelle sale slot e nei bar coi videogiochi sono stati i vigili, coordinati da un agente municipale di Saronno: numerose le irregolarità riscontrate rispetto alla licenza. Nel mirino sia i locali da gioco sia i bar del centro e della periferia: luoghi che sono di aggregazione ma anche punto di riferimento di chi ha la mania del gioco, con l’illusione di vincite milionarie.

In pratica è stata chiesta ai gestori la documentazione relativa agli impianti installati, per verificarne la regolarità e la rispondenza con le norme regionali in materia. E’ anche sul fronte dei controlli, dunque, che l’amministrazione Giudici sta operando per combattere il gioco d’azzardo, oltre ad avere stabilito i luoghi sensibili entro i quali non possono essere ubicate sale slot.

PressGiochi

banner

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN