26 giugno 2019
ore 02:35
Home In evidenza Aosta. Caminiti (Uv): “Il Piano sul gioco d’azzardo patologico è inutile, beffa per i malati”

Aosta. Caminiti (Uv): “Il Piano sul gioco d’azzardo patologico è inutile, beffa per i malati”

SHARE
Aosta. Caminiti (Uv): “Il Piano sul gioco d’azzardo patologico è inutile, beffa per i malati”

Regione Sardegna. Agus (CP): “E’ urgente intervenire con decisione sul problema del Gap”

A Ferrara fallisce il marchio slot free: arriva una sola adesione

“Il Piano regionale per il gioco d’azzardo patologico non tiene conto della riduzione oraria di funzionamento delle slot decisa dal nuovo Regolamento di Aosta, quindi è un Piano inutile”.

Lo afferma Vincenzo Caminiti, consigliere dell’Uv al Comune di Aosta e presidente della Terza commissione consiliare ‘Servizi alla persona’ che ha redatto il testo del nuovo regolamento municipale di contrasto alla ludopatia.

“Aosta ha ridotto gli orari d’uso delle slots machines – spiega Caminiti – adottando una strategia per tenere lontani il più possibile dalle sale giochi gli anziani, i giovanissimi e i lavoratori dipendenti. L’apertura delle sale alle 9, lo stop dalle 12 alle 15 e dalle 19 alle 21, con chiusura alle ore 1, sono stati decisi di concerto con i responsabili del Serd e con esperti del settore gioco. Peccato che queste regole valgano solo per Aosta e non ve ne sia traccia nel Piano regionale, alla stesura del quale pure hanno concorso lo stesso Serd e gli esperti di gioco”.

Secondo il consigliere comunale, “ad oggi basta recarsi alle porte di Aosta per poter giocare tutto il giorno alle slots, e sarà ancora così per molto se il Piano regionale non viene modificato. Mi sembra davvero una beffa nei confronti dei malati di ludopatia e di chi ha lavorato seriamente all’elaborazione di Regolamento efficace su gioco d’azzardo”.

 

PressGiochi

 

banner

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN