22 maggio 2019
ore 19:21
Home Associazioni Agcai replica a Baretta: “Con la proposta del Governo si riempirà l’Italia di sale Vlt”

Agcai replica a Baretta: “Con la proposta del Governo si riempirà l’Italia di sale Vlt”

SHARE
Agcai replica a Baretta: “Con la proposta del Governo si riempirà l’Italia di sale Vlt”

Anche l’associazione Agcai interviene su quanto affermato dal Sottosegretario Baretta nell’intervista a “Il Mattino”.

“Non è vero – affermano – che vengono ridotte le VLT. Non è vero che vengono ridotte le macchine più pericolose. Vengono ridotte solo le new slot che sono le macchine meno pericolose e non le VLT. Come mai il sottosegretario dice il contrario? Come mai il sottosegretario non dice che le VLT pagano molto meno tasse delle new slot? Come mai?

Il Sottosegretario ha l’obbligo di dire che le più pericolose non sono le new slot, ma sono le VLT.

Baretta nasconde ostinatamente il fatto che l’intesa con le Regioni non prevede affatto una riduzione delle VLT o delle sale dedicate all’azzardo. Al contrario le sale e le VLT vengono maggiormente diffuse aumentando il numero delle sale da 5.000 a 10.000, quindi raddoppia il numero delle sale!

Le VLT sono 10 volte più pericolose delle new slot da bar perchè si gioca con banconote e si punta 10€ per ogni singola partita, perdendo cifre enormi in brevissimo tempo. Le VLT sono gestite esclusivamente da poche grandi multinazionali dell’azzardo ed una VLT incassa in un giorno quanto 8 new slot da bar. Impressionante!

L’unica riduzione è prevista solo per i punti vendita meno pericolosi come bar e tabacchi, e per far chiudere i piccoli punti come edicole, lavanderie, rifugi alpini, ristoranti, alberghi e circoli privati, punti dove sono presenti le new slot da bar con piccole vincite in denaro, gestite da 5000 aziende con 150.000 lavoratori.

La volontà di questo Governo è solo di concentrare tutto il gioco nelle sale, avvantaggiando ingiustamente le VLT ed il gioco on-line, criminalizzando solo piccole aziende che gestiscono le new slot nei bar perchè escluse da questo progetto dalle multinazionali.

A testimonianza di questo, vediamo aumentare sempre di più la tassazione sulle new slot, che è arrivata a livelli incomprensibili, lasciando che VLT e gioco on-line, paghino meno tasse, seppur incassano molto di più le VLT delle new slot. Si attacca solo un settore con le tasse e non gli altri settori che sono in mano alle multinazionali. Si vuole far morire in modo spietato le aziende di new slot per elevata pressione fiscale.

 

Non è vero – affermano – che gli esercenti sono d’accordo, sono daccordo solo gli esercenti delle grandi sale. Non è vero che gli operatori sono daccordo.

Tutte le Assocazioni degli operatori di AWP stanno scioperando a Montecitorio. Forse sono daccordo gli operatori delle VLT, ma noi vietiamo al Sottosegretario Baretta di parlare di new slot e vlt messi insieme, sono due settori e prodotti completamente diversi, con operatori completamente diversi che svolgono funzioni diverse: sono azzardo le VLT e sono intrattenimento contro l’azzardo le new slot con piccola vincita in denaro che vediamo nei bar.

Gli operatori dell’intrattenimento non sono affatto daccordo e protestano non solo per l’ennesimo ed insopportabile aumento del PREU sulle AWP, con le VLT che pagano sempre meno delle AWP, ma sopratutto perchè non è accettabile andare contro la salute dei giocatori mandandoli nelle sale con VLT, non è accettabile che vengano ridotte o eliminate solo le macchine meno pericolose, non è accettabile criminalizzare ed accanirsi contro 150.000 onesti lavoratori, togliendoli qualsiasi diritto d’impresa e ledendo in maniera spregiudicata ed evidente la loro dignità.

Il Sottosegretario mente sapendo di mentire, oppure dobbiamo credere che non conosce il contenuto della proposta del Governo alla Conferenza Unificata. In ogni caso questo comportamento non è tollerabile e l’incarico di riformare questo settore deve essere immediatamente tolto a chi in realtà va contro tutti gli interessi nazionali di salute pubblica, ordine pubblico ed occupazione. Questa riforma è ostinatamente voluta solo perchè rappresenta un colpaccio da miliardi di euro per alcune multinazionali concessionarie dell’azzardo.

Di fatto l’Italia con questo Governo vuole essere invasa di sale VLT.

Governatori, Sindaci ed Associazioni di categoria devono fermare tutto questo in ogni modo, è evidente che per proteggere la salute pubblica e le famiglie italiane sono le sale VLT che dovrebbero essere chiuse immediatamente”.

PressGiochi

 

Awp. La filiera del gioco unita per protestare contro gli aumenti del Preu

banner

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN